Studio ALCO
Soluzione Mal di Schiena

Studio ALCO
Soluzione Mal di Schiena

Le Linee Guida Internazionali raccomandano per il 90% dei Mal di Schiena, la Gestione Fisioterapica Multi-Modale fin dalla comparsa dei primi sintomi.

Ogni metodo di cura contro il Mal di Schiena (farmaci, ginnastica, manipolazioni, massaggi…) eseguito singolarmente ha un effetto antalgico momentaneo, che non dura nel tempo, perché da solo non può risolvere il Mal di Schiena in modo permanente; condannando così il paziente a ricadere presto o tardi di nuovo nel suo dolore.

Studio ALCO ha creato perciò un percorso multimodale e multidisciplinare che viene adattato alle problematiche specifiche personali del paziente che soffre di Lombalgia; basato su tutti gli studi che hanno dimostrato la maggior efficacia nelle Linee Guida Internazionali sul Mal di Schiena, basati sull’E.B.M. (Evidenza Scientifica in Medicina).

Per Lombalgia e Dorsalgia si intende tutti i dolori alla schiena causati da diverse patologie. Tra le più comuni e curate nel nostro centro, ricordiamo:

  • Ernie e Protrusioni Discali
  • Discopatie
  • Lombo-sciatalgia
  • Lombo-cruralgia
  • Spondilolistesi
  • Dorso curvo
  • Osteo-Artrosi
  • Vizi Posturali
  • Contratture Muscolari

Dopo aver eseguito una attenta Valutazione della problematica con l’integrazione di tutti gli esami e diagnosi cliniche, viene elaborato un percorso di cura e riabilitazione specifico e personalizzato capace di generare miglioramenti e benefici immediati, fin dalla prima seduta.

IL PROGRAMMA È DIVISO IN 3 STEP

1. FASE ACUTA

2.FASE DI RIPARAZIONE

3.FASE DI MANTENIMENTO

1. FASE ACUTA / Riduzione del dolore

Dopo qualche giorno dall’insorgenza dell’attacco di Dolore si inizia a trattare la schiena con tecniche passive e dolci, per ridurre l’infiammazione e il dolore.

  • Trazioni vertebrali Lombo-sacrali
  • Mobilizzazioni vertebrali segmentarie rachide dorso-lombare
  • Neuro mobilizzazione passiva.
  • Informazione sui meccanismi del dolore.
  • Terapia fisica strumentale.
  • Massoterapia Antalgica.

2. FASE DI RIPARAZIONE / Ripristinare il corretto movimento per stimolare la riparazione e guarigione dei tessuti

Quando il dolore non è più predominantemente si inizia a ripristinare il corretto movimento della schiena eliminando rigidità e instabilità vertebrali. In tal modo viene stimolato e indirizzato il processo riparativo dei tessuti danneggiati per un più duraturo mantenimento della salute con minor probabilità di recidive.

  • Mobilizzazioni vertebrali segmentarie.
  • Manipolazioni vertebrali.
  • Mobilizzazioni attive assistite rachide DorsoLombare e LomboSacrale.
  • Neuromobilizzazione attiva.
  • Massoterapia di Riequilibrio.
  • Correzione Posturale da appoggio plantare
  • Terapia fisica strumentale.
  • Creazione e insegnamento di esercizi terapeutici di Core Stability e di rinforzo muscolare

3. FASE DI MANTENIMENTO / Promozione dello stato di salute

L’OMS definisce la Salute come uno stato di completo benessere fisico, mentale e sociale e non semplicemente assenza di Dolore. In questa fase la promozione della salute è il processo che mette in grado le persone di aumentare il controllo sulla propria salute e di migliorarla.

  • Rivalutazione Posturale.
  • Massoterapia di Riequilibrio.
  • Mobilizzazioni vertebrali.
  • Progressione esercizi terapeutici muscolari e neurodinamici.
  • Miglioramento delle strategie e scelte motorie personalizzate.

A differenza di diversi approcci, metodiche di cura e trattamento, che riescono certamente a diminuire lo stato doloroso iniziale, il nostro è un “percorso” di cura basato non solo sulla momentanea diminuzione del dolore ma si prefigge di voler eliminare definitivamente le Cause che producono e farebbero ricominciare daccapo il Mal di Schiena

Per poter eliminare le Cause che generano il Dolore, bisogna conoscere innanzitutto i meccanismi patologici (vizi posturali, disfunzioni neuro-muscolo-scheletriche, errati pattern motori,…) che generano la Causa del Dolore; altrimenti eliminare una singola Causa di dolore senza eliminare la fonte da cui è stata generata, porterà inesorabilmente alla riattivazione ciclica del problema.

Questa è la tipica situazione di tutti quei Mal di Schiena che passano per un certo tempo ma poi si ripresentano facilmente dopo movimenti o azioni del tutto naturali e banali che riattivano cioè ciclicamente il problema.

La garanzia nell’efficacia di SOLUZIONE MAL DI SCHIENA sta nella collaborazione e fusione di esperienze diverse tra noi Terapisti. Ciascuno è inserito in un preciso momento nel percorso di cura, come una nota che partecipa alla creazione di un accordo all’interno di un’armonia.

Questo ci differenzia dal classico approccio meccanicistico, dove le terapie vengono fornite standardizzate, sempre uguali per tutti i pazienti e con cadenza quotidiana.

LA STORIA DI ANNA S.

Anna ha 44 anni, lavora come impiegata commerciale presso una azienda multinazionale. Da quattro anni soffre di Lombosciatalgia con episodi ricorrenti; quando il dolore è molto forte scende lungo la coscia posteriore fino al polpaccio sinistro, raramente arriva al mignolo del piede.

Spesso il dolore si presenta al mattino appena sveglia, mentre si prepara per andare al lavoro; inizialmente sente come un peso in zona lombare che la “tira” verso il basso poi come una “striscia di bruciore” scende dietro la coscia fino all’esterno del polpaccio.

Ha una diagnosi medica di protrusione discale L5 S1, in questi anni, oltre ad assumere antidolorifici e cortisone negli episodi più dolorosi, ha provato varie terapie come agopuntura, massaggi decontratturanti e fisioterapia ( chi più chi meno riuscivano a diminuire il dolore ) con una immediato miglioramento dei sintomi nel breve periodo ma gli episodi ricominciavano dopo poco tempo dalla fine dei cicli di trattamento.

Sotto consiglio di una sua collega, Anna si è presentata al primo incontro di valutazione “giustamente” sfiduciata e rassegnata ad una vita di dolore.

Compreso il suo malessere, le sue paure, la sua diagnosi, la patomeccanica che causa il dolore, le disfunzioni nel movimento che generavano le cause del problema, sono state prima spiegate e chiarite delle errate convinzioni sul Mal di schiena che portavano a comportamenti sbagliati sulla gestione dello stesso

Vista la cronicità del problema, abbiamo eseguito 3 sedute distanziate di una settimana, introducendo immediatamente alcuni semplici esercizi volti a sostenere e continuare la direzione terapeutica delle tecniche manuali applicate.

Grazie a questo approccio il dolore nelle prime settimane non richiedeva l’assunzione di antidolorifici, gli esercizi e i consigli sulla gestione del dolore erano sufficienti a controllarlo.

Abbiamo continuato il percorso terapeutico introducendo nuovi esercizi e nuove tecniche di terapia manuale, modulando l’intensità e la frequenza a seconda del miglioramento in essere.

Ad oggi Anna non ha più avuto episodi invalidanti di Mal di Schiena, continua a fare i suoi esercizi creati per il suo specifico problema, segue un programma di attività motoria di gruppo e viene rivalutata ogni 45/60 giorni dal fisioterapista per mantenere la rotta del percorso verso la guarigione.

I TERAPISTI SPECIALIZZATI NEL TRATTAMENTO DELLA SCHIENA SONO

  • Dr. Alessandro Corda (fisioterapista)
  • Dr. Simone Salerno (fisioterapista)
  • Dr. Filippo Louvin (fisioterapista)
  • Dr.ssa Arianna Damanti (fisioterapista)
  • Dr. Andrea Foroni (massoterapista)

CONTATTACI